fbpx

Verso una sanità ecologica: scienza e parole, emozioni e tempi per la cura

Verso una sanità ecologica” è il titolo scelto per l’incontro organizzato da Fondazione ISTUD nella serata di martedì 13 dicembre, all’interno del Palazzo delle Stelline di Milano.

Molti gli esempi concreti di sanità ecologica presentati al tavolo dal susseguirsi dei relatori che hanno partecipato alla conferenza. Ad aprire l’incontro Maria Giulia Marini, responsabile dell’Area Sanità e Salute ISTUD, la quale ha illustrato l’importanza delle Medical Humanities in questo percorso verso una sanità più ecologica. Le parole possono cambiare il nostro cervello ed essere agenti di cura o di tossicità. Altra tematica portante emersa dalle numerose narrazioni mediche raccolte è quella del tempo, in tutte le sue declinazioni. Il tempo dell’attesa, della visita, della guarigione, della cronicità, della natura.

Nel link sottostante abbiamo reso disponibile ai nostri lettori l’intero documento presentato all’evento.

Verso una sanità ecologica: scienza e parole, emozioni e tempi per la cura (PDF)

Share:

Written by

Laureato in Lettere all'Università del Piemonte Orientale, si sta specializzando in Scienze Antropologiche ed Etnologiche all'Università di Milano-Bicocca. Giornalista e scrittore vercellese, ha collaborato con molte testate locali e nel 2015 ha pubblicato il romanzo d'esordio "Qui non arriva la pioggia". Nel 2017 ha poi pubblicato "Il peccato armeno, ovvero la binarietà del male".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.