fbpx

Rendere più profonda la relazione con la terra

Nella Chart of Humanities, raccogliamo le voci di esperti delle Humanities for Health che ci hanno narrato i loro pilastri-guida ai tempi del COVID-19. Riportiamo qui la testimonianza di June Boyce-Tillman, Reverend Professor, MBE, PhD, MA, LRAM, FRSA, FHEA, Professor di musica applicata e Artistic Coordinator per il Centre of Arts and Wellbeing presso la University of Winchester, Extraordinary Professor presso la North-West University di Potchefstroom (South Africa). 

Modello biologico

Ho più di 70 anni, mi sto rannicchiando, seguendo le istruzioni del governo. Sono due settimane che non esco di casa. Questo mi presenta benedizioni e problemi.  La tentazione è quella di indossare gli stessi vestiti tutti i giorni, ma poi ci sono Zoom e Skype.  Quali gioielli andranno bene? Nella mia carriera di professore e di sacerdote, mi sono sempre preoccupata di indossare l’abito più appropriato. Cosa è appropriato ora? Dovrei indossare il verde per la speranza? Più significativi sono i miei capelli. Sono lunghi e ho sempre avuto l’abitudine di essere “professionale”. Ora posso avere il compito di supervisionare uno studente? Che ne dite di partecipare alla funzione domenicale su Zoom? Nuove decisioni agonizzanti!

Mi sto concentrando sui pasti regolari e sto iniziando a cucinare di nuovo, invece di acquistare pasti pronti, con molta frutta e verdura fresca.

Non sono brava a fare esercizio fisico, perché il mio esercizio principale è stato il nuoto e le piscine pubbliche sono chiuse. Ho l’artrite e camminare non è facile, anche se è permesso. Faccio i miei esercizi di nuoto nella vasca da bagno. Per rafforzare il sistema immunitario faccio una doccia calda/fredda/calda/fredda ogni mattina.

Modello psicologico

Sono un’accademica e ho articoli e progetti di scrittura in movimento. Questa è una fortunata opportunità per andare avanti con questi. Mantiene un rapporto con il vecchio mondo. Sto cercando di fare in modo che il capitolo sulle donne nella leadership musicale sia lungo 6000 parole, quando attualmente sono 9000. Almeno conosco bene questo mondo!

Ho più tempo per cercare su internet idee interessanti e seguire le piste che non producono nulla, ma che sono affascinanti. Cerco di suonare il pianoforte ogni giorno; al momento, Fantasia in re minore di Mozart. Sto anche facendo ricerche sul canto di comunità in chiesa, quindi mi diverto a suonare gli inni preferiti della mia infanzia.

Ascolto le notizie solo una volta al giorno ed evito di essere sopraffatta dalle statistiche e dall’oscurità generale.

L’anno scorso mi sono ritirata dal mio lavoro di professore, ma non l’ho mai accettato.  Ora sembra più reale – posso godermi il mio conservatorio per una mezz’ora in più dopo la colazione e non sentirmi in colpa. Sdraiarsi in giardino e ascoltare il vento tra gli alberi e gli uccelli è ora permesso. Stare a letto un po’ più a lungo e ascoltare la radio ora funziona.

Guardo un sacco di streaming di un tipo e di un altro (soprattutto i Wisdom post, come Richard Rohr e le funzioni religiose) e ascolto la vasta gamma di musica disponibile ora – tutto, dalla batteria sciamanica agli accordi ripetuti che pretendono di migliorare il mio sistema immunitario, Yo Yo Ma che suona The Swan di Saint Saens e la Bohemian Rhapsody adattata per il coronavirus.  Mi piace molto l’umorismo; Laughter è un grande guaritore.

Modello sociale

Mi mancano gli incontri fisici e soprattutto gli abbracci, ma le mie giornate sono piene di una moltitudine di nuove competenze.  Ho già avuto qualche esperienza di Skype e Zoom, ma con poca comprensione. Tuttavia, grazie a Zoom ho preso un servizio eucaristico per una chiesa locale e mi diletto in nuovi modi di fare le cose; questi spesso coinvolgono amici abili che mi insegnano con attenzione; mi sono iscritta a Instagram, oltre ad ampliare le mie capacità su Facebook. Sto cercando di imparare a trasmettere in streaming su Facebook.

Attraverso Zoom, ho più incontri con la mia famiglia, almeno ogni due giorni. Ho contattato gli amici con i quali avevo perso i contatti – a volte con il telefono vecchio stile, e mi sto godendo tutti i loro post su Facebook e scrivo più commenti affermativi del solito. Spero che continueremo a lavorare in questo modo: risparmieremo molti viaggi e molto denaro. A livello internazionale è incredibile.

Intorno a me ci sono numerosi gruppi comunitari che si formano per aiutare le persone come me, consegnando cibo, offrendo supporto in vari modi. Spero che continuino a lavorare anche quando tutto questo sarà finito.

Modello spirituale

Mi sento come se fossi in una bella bolla; ho tanta gratitudine per avere una casa e un giardino e ricordo quanto questo sia diverso per tanti altri. Continuo a pregare che la nostra gentilezza verso la terra duri oltre tutto questo – un cielo libero dagli aerei, dove posso sentire gli uccelli cantare in modo così bello – un’aria libera dall’inquinamento, mentre gli alberi sopra di me crescono e fioriscono! Il mio rapporto con la terra si è decisamente approfondito.  Ero consapevole del fatto che, a causa del rapporto cristiano con il cielo, ho bisogno di riconnettermi con la terra. Mi appoggio a un albero e sento il legame con il cielo con tutti gli angeli che scendono verso le radici della terra, dove i vermi e molte altre piccole creature fanno un lavoro essenziale.

Ho anche il tempo di riflettere sulla mia vita e sul significato e lo scopo – gli elementi e i princìpi e soprattutto il mio rapporto con il Divino – usando qualsiasi nome del Divino sia appropriato. Ho riscoperto il femminile nel Divino attraverso la Vergine Maria e le dee indù. Prego che un velo protettivo si stenda sul mondo – come nel Velo protettivo per violoncello e orchestra di John Tavener.

Rifletto sul cambiamento di cui il nostro mondo ha bisogno e se possiamo imparare altri princìpi sacri che saranno alla base del nuovo mondo che potrebbe emergere da questa crisi.

  • Per onorare l’ambiente;
  • Rinunciare alla ricerca spietata della crescita economica;
  • Per ridurre il divario tra ricchi e poveri;
  • Trovare nuovi modi per stabilire relazioni importanti e mantenere relazioni significative;
  • Trovare il tempo per la preghiera, la riflessione e permettere anche al corpo di riprendersi dalle malattie, piuttosto che arruffarsi a prescindere;
  • Prendere più tempo per noi e vivere la vita più lentamente.

Mio figlio è un lavoratore essenziale che lavora in un ostello per uomini con esigenze complesse con attrezzature di protezione limitate e nessun modo per isolare gli uomini che non stanno bene. Così diverso da dove sono io! La sua situazione richiede preghiere per tutti coloro che soffrono, per tutti coloro che sono in lutto e per tutti coloro che sono in ansia.

Spesso intono questo mio canto ricordandomi della continua cura di Dio:

1. Ti terrò nel vuoto, nel vuoto della mia mano,

Ti terrò nel vuoto della mia mano,

Ti terrò nel vuoto, nel vuoto della mia mano,

Ti terrò nel vuoto della mia mano.

2. Ti terrò nella condivisione, nella condivisione con i tuoi amici,

Ti terrò nella condivisione con i tuoi amici,

Ti terrò nella condivisione, nella condivisione con i tuoi amici,

Ti terrò nel vuoto della mia mano.

3. Ti terrò con le increspature del mare…

4. Ti terrò tra le fiamme del fuoco…

5. Ti terrò nel flusso dell’aria…

6. Ti terrò nella solidità della terra…

7. Ti terrò nel vuoto della mia mano…

Che miscuglio di sentimenti – alcuni sorprendenti e altri ansiosi. Uno strano momento!

Share:

Written by

The author didnt add any Information to his profile yet

One thought on “Rendere più profonda la relazione con la terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.