fbpx

Rafforzare l’empatia nelle sessioni online

Stiamo tutti imparando molto velocemente a relazionarci con le persone attraverso l’uso di schermi di computer invece che faccia a faccia. Molti di noi hanno usato Skype o altre piattaforme online in passato per chiamate sociali o di lavoro. Ora lo facciamo sempre con pazienti e studenti, a volte in circostanze molto emotive o vulnerabili. Non possiamo mostrare empatia nel modo di toccare, abbracciare o con piccole sfumature di espressioni facciali e corporee. Stiamo tutti trovando altri modi per farlo.

Negli ultimi due mesi ho svolto il mio lavoro abituale di supervisione per gruppi di colleghi delle professioni assistenziali (compresi medici e ministri del culto) utilizzando principalmente Zoom. Sto ancora imparando a farlo bene. Alcune di queste persone hanno a che fare con molte tragedie ogni giorno, tra cui morti e funerali. Queste sono alcune delle regole che ho ora per favorire l’empatia quando parlo a distanza con loro. Alcune di esse sono molto pratiche.

  1. Scegliete l’ambiente con attenzione: per esempio, uno sfondo come un salotto che sembra umano e personale, ma senza distrazioni come quadri rumorosi o molte foto.
  2. È importante praticare bene la tecnologia e utilizzarla senza problemi, in modo da potersi concentrare completamente sulla comunicazione con le persone.
  3. Controllare che tutti gli altri abbiano familiarità con la tecnologia in modo da potersi concentrare. Spiegare quali funzioni utilizzare nella sessione. Personalmente, preferisco quando le persone non usano la “chat” durante la supervisione, in modo da poterci guardare l’un l’altro.
  4. Cercate di avere una lista dei numeri di telefono o degli indirizzi e-mail di tutti in anticipo, in modo da poter comunicare rapidamente con le persone in caso di perdita della connessione a internet o di crash della tecnologia.
  5. Fate tutto quello che fareste normalmente in un faccia a faccia. Questo include chiedere a tutti di presentarsi e usare gli esercizi “rompighiaccio” (ad esempio, “cosa ti porta gioia in questo momento?”). Chiedete alle persone di non rispondere alle telefonate o di non guardare il telefono, se possibile.
  6. Dite alle persone che va bene alzarsi e camminare perché è difficile guardare uno schermo per molto tempo. Programmate una pausa almeno ogni ora.
  7. Siate consapevoli del fatto che alcune persone saranno in isolamento con il partner o la famiglia, ma altre saranno fisicamente sole, quindi questo può influire su ciò che vogliono dire o su quante emozioni vogliono mostrare.
  8. Ricordate che il linguaggio del corpo, come i sorrisi e i movimenti delle mani, sembra più piccolo su uno schermo. Potreste doverli visualizzare più apertamente in modo che siano visibili.
  9. Spiegate che il silenzio va bene, anche se all’inizio sembra innaturale su uno schermo. Potete chiedere alle persone di praticare un silenzio di cinque secondi all’inizio della sessione, mentre tutti si concentrano sul sentirsi ancora in contatto con il gruppo.
  10. Incoraggiare le persone a parlare tra loro durante la sessione, non solo con il facilitatore, e a dire il nome di qualcuno quando lo fanno, perché non si riesce a vedere chi sta guardando (per esempio Luigi, voglio chiederti una cosa che hai appena detto”).
  11. Se qualcuno è molto arrabbiato, assicuratevi che abbia il tempo di esprimerlo e controllate come otterrà sostegno dopo la chiamata – per esempio da un membro della famiglia o in una telefonata individuale.
  12. Siate onesti su ciò che manca nelle conversazioni a distanza, per esempio dicendo “Mi piacerebbe abbracciarti” o “Mi dispiace tanto di non poterti tenere la mano in questo momento”.
Share:

Written by

Member of the Editorial Board of ‘Chronicle of Narrative Medicine’, Honorary consultant at the Tavistock Clinic, London, Honorary president of the Association of Narrative Practice in Healthcare

One thought on “Rafforzare l’empatia nelle sessioni online

  1. I suggerimenti qui sopra contenuti mi sembrano molto utili e si u rame te li terrò presenti nella prossima sessione di comunicazione a distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.