fbpx

Il progetto “Le parole del respiro” ufficialmente riconosciuto dal Congresso Europeo della European Respiratory Society

La prima esperienza di Medicina Narrativa curata da Fondazione ISTUD con i professionisti coinvolti nella cura dei pazienti con Broncopneumopatia Cronico-Ostruttiva (BPCO) “Le parole del respiro: la Medicina Narrativa per la cura della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva” ha avuto il riconoscimento ufficiale del Congresso Europeo della European Respiratory Society (ERS), che si terrà a Londra dal 3 al 7 settembre.

Risultati del progetto saranno inclusi nella Thematic Poster Session “Abstracts in medical education, the web and the internet”, che avrà luogo lunedì 5 settembre.

Questa notizia dimostra che è possibile comunicare i risultati delle indagini di Medicina Narrativa all’interno di convegni scientifici internazionali di eccellenza, anche se la strada da percorrere per raggiungere la “parità” tra Medicina Narrativa ed Evidence-Based Medicine è ancora in salita. Ricordiamo che la World Health Organization, nelle sue proposte per i decisori, pubblicherà nella collana “Health Evidence Network” il report “Narrative Method for Public Health Care”.

 

Share:

Written by

Laurea magistrale in Scienze Antropologiche ed Etnologiche presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Specializzata nel campo dell’antropologia medica, ha condotto attività di formazione a docenti, ingegneri e medici operanti in contesti sia extra-europei che cosiddetti “multiculturali”. Ha partecipato a diversi seminari e conferenze, a livello nazionale e internazionale. Ha lavorato nel campo delle migrazioni e della child protection, focalizzandosi in particolare sulla documentazione delle torture e l’accesso alla protezione internazionale, svolgendo altresì attività di advocacy in ambito sanitario e di ricerca sull’accesso alle cure delle persone migranti irregolari affette da tubercolosi. Presso l’Area Sanità di Fondazione ISTUD si occupa di ricerca, scientific editing e medical writing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.