fbpx

colorE s’aggiudica il Premio ASSOREL come miglior mobile APP

Siamo lieti di comunicare ai nostri lettori che il 3 Dicembre, all’interno della cerimonia del 21° premio Assorel, l’APP colorE ha vinto ed è stata premiata nella sezione “miglior mobile APP”. L’applicazione nasce dal gruppo di studi DNA (Dansac Nurse Academics), composto da 20 infermieri stomaterapisti che, guidati dalla Fondazione ISTUD con il sostegno dell’azienda Hollister, dal 2016 sta seguendo un percorso formativo e sperimentale su percorsi di cura innovativi.

L’APP colorE è rivolta alle persone che vivono con una stomia, dando loro la possibilità di esprimere, in un particolare momento della vita di tutti i giorni, quale è l’emozione che in quel momento prevale (facendo riferimento alle emozioni primarie di Plutchik), quale colore rappresenta maggiormente quell’istante (ispirandosi al linguaggio dei colori di Luscher) e di raccontare attraverso la narrazione cosa provano.

“La nostra missione è rendere più dignitosa e gratificante la vita delle persone che vivono con una stomia e lo facciamo anche attraverso iniziative concrete e innovative come la app ColorE, che contribuisce a facilitare la comunicazione tra curante e curato, innova la relazione e focalizza l’attenzione sul vissuto emotivo della persona, cosa importantissima quando si affronta un momento delicato come la malattia. Il mio ringraziamento va a tutti coloro i quali hanno contribuito al progetto quindi agli infermieri del DNA, a Fondazione ISTUD che ha supervisionato e garantito la qualità metodologica e la scientificità dei contenuti, a Deveyes Group che ha curato sapientemente lo sviluppo tecnico e a FAIS per aver testato la app in fase iniziale e aver contribuito a migliorarla con i suoi feedback.” – Nicola Barni, Direttore Generale dell’Azienda Hollister

Share:

Written by

Laurea in Scienze Politiche, Master in Management Sanitario presso la SDA Bocconi di Milano. Ha sviluppato e condotto numerosi progetti di ricerca applicata, percorsi di formazione e interventi di consulenza in ambito socio-sanitario. Studioso e docente di organizzazione e politica sanitaria, ha approfondito il tema della sostenibilità e della personalizzazione delle cure attraverso l’approccio narrativo. Negli ultimi anni ha lavorato in particolare nel mondo della disabilità e delle malattie neurodegenerative. E’ Responsabile dell’Area Sanità di ISTUD e membro del Direttivo della Società Italiana di Medicina Narrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.