PRESERVIAMO

Esperienze di cura e il vissuto dell’intervento di preservazione della fertilità nelle donne che si devono sottoporre a terapie potenzialmente lesive della capacità riproduttiva

2
  • 0
  • 1
  • 2
0
  • 0
1
  • 0
  • 1
6
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Anno di conclusione del progetto
3
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
3
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
Narrazioni di pazienti
2
  • 0
  • 1
  • 2
5
  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Narrazioni di curanti
Image

Il progetto è stato curato da Fondazione ISTUD, in collaborazione con il Centro di Fisiopatologia della Riproduzione e PMA dell’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza, Presidio Ospedaliero S. Anna di Torino, e con il patrocinio dell’Associazione Onlus Gemme Dormienti e il contributo non condizionato di Ferring Italia.

L’obiettivo della ricerca è stato quello di raccogliere le narrazioni delle esperienze di cura ed il vissuto dell’intervento di preservazione della fertilità nelle donne che si devono sottoporre a terapie potenzialmente lesive della capacità riproduttiva, come quelle oncologiche.

L’iniziativa è nata per essere un’occasione preziosa di dare voce alle donne che vivono in prima persona il percorso per la preservazione della fertilità all’interno di un percorso di cura più ampio, e ai professionisti sanitari che guidano tali percorsi.

La raccolta delle narrazioni si è rivolta sia alle donne che hanno effettuato l’intervento di prelievo e successiva crioconservazione degli ovociti per la preservazione della fertilità prima di avviare una terapia oncologica o comunque potenzialmente lesiva della capacità riproduttiva, sia ai loro curanti che le hanno accompagnate anche solo in una fase del percorso di cura.

Share: