Arte e colore in ospedale

Fondazione ISTUD con il contributo non condizionato di DANSAC ha ideato un progetto per introdurre l’uso dell’arte all’interno dell’ambulatorio di stomia. Avvalendosi delle competenze artistiche degli studenti di un liceo artistico l’iniziativa prevede la produzione di rappresentazioni figurative a partire dalla narrazione e dall’ascolto di storie delle persone con stomia e la realizzazione di un’opera muraria all’interno di uno spazio dell’ospedale.

L’uso delle arti (pittura, scultura, musica, danza, teatro, costruzioni e narrazioni di storie, racconti e così via) nei contesti di cura e in particolare nelle strutture medico-sanitarie permette di promuovere la salute e la guarigione, innalzando il livello di benessere di chi vive quel luogo.

Share:

Written by

Coordinatore dei progetti di ricerca dell'Area Sanità e Salute di ISTUD, ho avuto modo di apprezzare la potenza della narrazione non soltanto nel dialogo tra professionisti delle cure e le persone che vivono un'esperienza di malattia ma come straordinario strumento di ricerca per ascoltare i bisogni e poter attivare risposte organizzative coerenti e sostenibili. Autore del capitolo "La medicina narrativa e la sua sostenibilità nel libro "Medicina Narrativa per una Sanità Sostenibile"- 2012 Fondazione ISTUD per la Cultura d'Impresa e di Gestione - Lupetti Editore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.